Posts Tagged‘osare’

Lo sapevi che… oggi celebriamo la pace!

pace

Oggi, 21 settembre, si celebra la Giornata Internazionale delle Pace, istituita dall’ONU già nel 1981. Allora cadeva ogni 3° martedì di settembre, in concomitanza con l’apertura dei lavori delle Nazioni Unite. Dal 2001, invece, ha trovato la sua collocazione sul calendario proprio al 21 di settembre. Non va confusa con la ricorrenza cattolica, che invece si celebra il 1° gennaio. La ricorrenza di oggi vuole essere un momento di riflessione laico sulle relazioni tra uomini e sui conflitti armati. La riflessione proposta dalle Nazioni Unite per quest’anno è “The right to Peace”, diritto di essere in pace. L’invito principale dell’ONU,…

Angela Capacchione: l’artista delle carte da parati

Ciao a tutti! Prima di presentarmi, voglio ringraziare LeadingMyself per avermi dato l’opportunità di raccontarmi qui e per credere nei talenti. Mi chiamo Angela Capacchione, ho 29 anni e sono nata a Barletta, in Puglia. Da sempre amante dell’arte, delle immagini e dei colori, i miei studi hanno rispecchiato queste mie attitudini. Infatti, mi sono diplomata in Grafica Pubblicitaria e successivamente, ho conseguito la laurea triennale in Decorazione e poi quella specialistica in Storia dell’Illustrazione e della Pubblicità, presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Durante gli anni di studio, ho avuto diverse esperienze lavorative anche se in ambiti che sfioravano…

Billy Monger: ricominciare da pilota!

pilota

Tutti noi conosciamo il nome di Alex Zanardi, instancabile atleta che, dalla Formula 1, è arrivato a stravincere nella handbike, passando per un terribile incidente in cui ha perso entrambe le gambe. Non vi racconteremo la sua storia, ma quella di un ragazzino, Billy Monger, anche lui pilota e anche lui vittima di un incidente in gara e amputato a entrambi gli arti inferiori. Billy è un teenager inglese appassionato di motori. A 16 anni è già una promessa e corre in Formula 4, il primo step per arrivare in Formula 1. E Billy sembra averle proprio tutte le carte…

Francesca e Loredana: una laurea per due

laurea

Francesca è venuta al mondo prematura, con una grave cardiopatia congenita ma soprattutto con un qualcosa in più, il suo corredo genetico presenta un cromosoma in più, il cromosoma 21. Ciò determina una condizione genetica meglio conosciuta come sindrome di Down. Appena nata medici, terapisti, familiari, tutti intorno a noi si prodigarono per rappresentarci un futuro fatto di negazioni e di cose che non si potevano fare. Ma noi non abbiamo voluto un destino già scritto, abbiamo scelto di vivere la nostra via al 100%, conoscendo gioie e dolori e rischiando in prima persona. Abbiamo rifiutato di vivere una vita…

Giustizia per le donne Afro-Colombiane: Charo Mina-Rojas

giustizia

Charo Mina-Rojas, 53enne attivista per i diritti umani, da sempre si batte perchè ci sia giustizia nei confronti delle donne Afro-Colombiane. Come lei. Nasce a Cali e da piccola subisce una doppia discriminazione: come donna e come appartenente ad una minoranza etnica. La Colombia è da sempre, infatti, un paese razzista e basato su una logica patriarcale. A scuola c’era chi la disprezzava e chi, nei suoi confronti era iperprotettivo.  E andando avanti negli anni si è sempre scontrata con realtà in cui doveva affrontare violenze di ogni tipo: economica, ambientale e culturale. In definitiva per le donne come lei…

20 luglio 1969: sbarca il primo uomo sulla Luna

uomo sulla luna

Sono passati ormai 49 anni da quando gli Stati Uniti fecero sbarcare il primo uomo sulla Luna. Era, infatti, il 20 luglio 1969 quando Neil Armstrong, capitano della missione Apollo 11, posò per primo il piede sul suolo del nostro satellite. La corsa alla Luna era stata inaugurata ben 10 anni prima, nel 1959, dall’Unione Sovietica. Con le missioni Luna, i Russi erano riusciti per primi a portare una sonda ad impattare sul suolo del satellite, nel 1959, appunto. Qualche anno dopo, nel 1966, erano anche riusciti a portare una sonda sulla Luna e farle fare un atterraggio morbido. I…

Gerda Taro: fotografia di un racconto

fotografia

È di qualche giorno fa la notizia che il Premio Strega è andato a Helena Janeczek. Sono passati 15 anni dall’ultima vittoria di una donna: era il 2003 e vinse Melania Mazzucco. Ma la vittoria della Janeczek è doppiamente “donna”: racconta infatti la storia di Gerda Taro, la prima fotografa di guerra vissuta agli inizi del secolo scorso. Un personaggio decisamente fuori dagli schemi, moderno e forse anche di più! La fotografia è sempre stata la sua passione, insieme all’impegno politico. Di origini ebree polacche, Gerda, nata in Germania, si trasferisce presto a Parigi. Le sue origini e la sua…

Coding al femminile: il progetto di Reshma Saujani

coding

È un’avvocato (sì, con l’apostrofo!), ma ha fondato l’associazione Girls Who Code, che si occupa di coding al femminile. Lei è Reshma Saujani e il 5 giugno scorso, durante l’evento di MEET, Meet the Media Guru, ha raccontato la sua storia. Reshma nasce in Illinois (USA), ma i suoi genitori, di origini indiane, hanno vissuto in Uganda, prima di esserne espulsi. Nei primi anni ’70, infatti, tutti i cittadini Ugandesi di origini asiatiche furono cacciati dal dittatore Idi Amin. Mamma e papà Saujani, ricorda Reshma, erano ingegneri, per questo riuscirono ad approdare negli Stati Uniti senza troppe difficoltà. Questo ha…

Lo sapevi che… Festa della Musica

festa della musica

Oggi, 21 giugno, è la Giornata Europea della Musica, nota anche come Festa della Musica. Si tratta di una festa che nasce in Francia, nel 1982, con l’intento di ricollegarsi ai festeggiamenti per il solstizio d’estate. Ecco perchè si è scelto il 21 giugno. Dalla Francia l’iniziativa, che ha avuto successo di pubblico da subito, si è diffusa in tutta Europa. È arrivata in Italia nel 1994 e da allora, visto il diffondersi delle iniziative in tutta Europa, si è creato anche un coordinamento internazionale. In Italia punto di riferimento per la Festa della Musica è il Ministero dei Beni…

Madame Miranda siamo noi

madame miranda

Ci siamo conosciute in YOOX Net-a-Porter Group dove per anni abbiamo lavorato gomito a gomito, ricoprendo ruoli strategici quali capo della comunicazione (Diamante) e dei progetti di brand‐marketing (Gioia) . È stata una formazione tostissima, ma abbiamo imparato a lavorare bene insieme da colleghe prima di diventare socie e a ragionare da imprenditrici più che da manager, due elementi, pensiamo, fondamentali che ci hanno portato qui. Arrivate ad un certo punto di maturazione lavorativa (più che anagrafica) ci siamo chieste dove ci saremmo viste da lì a 10 anni e all’annuncio della fusione abbiamo deciso di iniziare a lavorare al…