Novella Pellegrini: “Mantenere la propria freschezza!”

Novella Pellegrini

Novella Pellegrini, lei è segretario generale Enel Cuore Onlus; di cosa si occupa esattamente? 

Il mio lavoro è quello di una progettista sociale, una progettista che lavora nell’ambito della filantropia per Enel Onlus che è la Onlus di ENEL, che l’azienda ha creato per esprimere il suo comportamento filantropico nei confronti della comunità in cui opera. Il mio lavoro è quello di individuare progetti e promuovere iniziative del terzo settore in particolare, in collaborazione con enti pubblici, che hanno l’obiettivo di sviluppare delle attività promosse dalle associazioni no profit rivolte alle comunità più vulnerabili: anziani, bambini, donne, persone con disabilità. Da quest’anno in Italia. E’ un lavoro che paragono un po’ come al gioco dove ti si chiede di unire i puntini: far cercare di incontrare i bisogni delle persone con delle opportunità a testimonianza di un terzo settore molto capace e con potenzialità.

 

E’ stata recentemente premiata per la categoria Diversity Best Practise al premio Merito e Talento di Aldai e Federmanager: quale pensa sia stato il suo valore aggiunto per vincerlo? 

E’ una risposta difficile perché tra le mie colleghe c’è una professionalità molto alta. Credo forse che possa essere che come Onlus aziendale abbiamo dato un tratto preciso all’attività di ENEL CUORE in questi anni; quindi abbiamo dato un benchmark a tutti gli effetti nello scenario filantropico e che si può associare, nel modo di lavorare, anche a me. Il mio lavoro è molto sul campo: andare a visitare le associazioni è una mia scelta profonda d approccio al lavoro. A mio avviso creare un’empatia con il terzo settore, che a sua volta fa fatica a costruirla con i soggetti della filantropia istituzionale, è importante per andare oltre l’immagine di un bancomat. Occorre basarsi su rapporti umani e competenze, che spesso il terzo settore non si immagina perché ci pensa come manager del bene prestati dalle aziende; ma non è così!

 

In questo momento è in dolce attesa e saprà delle recenti polemiche su cosa una maternità permetta e non permetta ad una donna; lei cosa ne pensa?   

Diciamo subito che partorirò questa settimana!

Esco dal contesto politico o di altri ambiti e penso che la maternità sia un’esperienza che non precluda altre esperienze. Attraverso il mio lavoro ho conosciuto tante situazioni di maternità, anche a volte disagiate ma nonostante questo, ho sempre visto molta gioia con delle mamme felici, indipendentemente dalla condizione sociale. Quindi per me molto dipende dall’equilibrio della serenità di una donna; una scelta del genere, più che in termini di responsabilità, sia un equilibrio legato più ad una dimensione di serenità. Una donna soddisfatta è una donna che dà, a prescindere dal suo ruolo sociale.

 

Un augurio ed un consiglio a Novella.

L’augurio che mi faccio è quello di proseguire con una limpidezza di sguardo su tutto quello che vedo, senza essere contaminata da altre esperienze. Il consiglio è quello di trovarmi in ambienti di lavoro, come quello in cui mi trovo, che hanno avuto una grande comprensione della mia “diversità”. Forse chi fa questo lavoro all’interno di una multinazionale ha una certa originalità e spero nel futuro di mantenere questa fiducia che ho trovato. 

 

Un augurio ed un consiglio al nuovo LeadingMyself.  

Il mio augurio è quella di mantenere l’intenzione, di tenerla ferma di far sì che diventi un rompighiaccio tra gli igloo…che apra il mare, che apra a cose e a situazioni che altrimenti non si vedrebbero. Mantenere questa freschezza che sento e che leggo nei vostri racconti.

 

 A cura di Barbara M. @paputtina e Cristina C @crcinalli

 

Novella Pellegrini Emiliana, laureata in Lettere e Filosofia con un Master in Management Sanitario di II livello presso la SDA Bocconi. Giornalista pubblicista. Dal 2000 al 2007 matura una significativa esperienza sul campo all’interno di organizzazioni no profit e di strutture ospedaliere in particolare occupandosi di progettazione, comunicazione e relazioni istituzionali. Nel 2007 entra in Enel Cuore Onlus dove dal settembre 2010 ricopre la carica di Segretario Generale .

FB: Novella Pellegrini