“Da grande voglio essere come la mia mamma”

laura volpi leader in famiglia

Noi siamo abituati per cultura a discutere su tutto ciò che è degli altri e dunque non è facile per me descrivere “chi è Laura” . Direi donna, mamma, moglie, lavoratrice, blogger … non amo etichettarmi, quando mi presento dico semplicemente “io sono Laura” e la gente è come se si aspettasse io continuassi … nominando qualche brand, in realtà il brand sono io! Ho sempre ritenuto che racchiudere il proprio nome in una etichetta, sia limitante soprattutto per tutte le potenzialità che risiedono nel nostro cervello e nel nostro cuore.

Nel mio quotidiano cerco di identificare priorità ed urgenze, creando così la mia “To Do List”. Pensare di poter fare tutto è utopia e per quanto io sia una sognatrice, cerco sempre di dare concretezza a tutto ciò che faccio. Ho imparato per esperienza che, per raggiungere i propri obiettivi serve determinazione e focus, NO quindi al multitasking! In passato, soprattutto appena son diventata mamma, tendevo a voler fare tante cose, tutte insieme; risultato … tante cose fatte in modo mediocre. Pian piano ho maturato che, il tempo è un bene prezioso e, in quanto tale va gestito ed assaporato al meglio. Non è tanto la quantità di tempo che dedichiamo a fare le cose, o che trascorriamo con le persone che ne determina la qualità, quanto l’attenzione, il cuore e l’energia che vi dedichiamo.

Spesso mi sono trovata nella situazione di dover dedicare del tempo a progetti professionali, soprattutto la sera, e la sera come ogni mamma sa, è il tempo speciale da trascorrere in famiglia. Inizialmente mi sentivo in colpa per questo, vedevo unicamente “il tempo che non trascorrevo con la mia famiglia” anche se, dall’altro lato ero determinata e volenterosa di raggiungere determinati obiettivi. Ciò che mi ha permesso di coniugare tutto è stato coinvolgere le persone per me importanti nelle mie scelte: parlare con i propri figli, con chi ami, trasmettere loro la dedizione, far capire che, quella determinata cosa ti può rende felice è a mio modo di vedere, l’unica strada che può consentire una versione globale di noi mamme lavoratrici. Bisogna avere la fortuna di avere accanto la persona giusta e dei figli entusiasti della vita come la loro mamma, questa è la mia costante condizione di serenità. Fino lo scorso anno ero spesso fuori casa per eventi di networking, appuntamenti di business, il mio interesse nello scoprire cose nuove e innovative mi ha davvero spesso portata lontano dal mio nucleo familiare ma, un giorno … rileggendo i quaderni di mia figlia scopro un tema … e all’interno c’era una frase che porto sempre nel cuore, quello che mi permette di essere una donna felice e di creare valore fuori e dentro di me. “ … da grande voglio essere come la mia mamma, perché non importa se ogni tanto non cena con noi, o non ci viene a prendere a scuola perché è al lavoro, la mia mamma sta inseguendo il suo sogno, la mia mamma non dice mai “non sono capace” … ci prova sempre, io da grande voglio essere come lei!” Quale mamma non moltiplicherebbe le forze dopo aver letto un pensiero così limpido e puro ? Da sempre, non mi accontento mai troppo facilmente di quello che giorno dopo giorno costruisco. Sono una di quelle persone che cercano sempre qualcosa in più” beh in un certo senso è vero.

Cerco sempre di “creare valore” e trasmetterlo. Creare ponti e distruggere muri. Son frasi fatte?! Non per me, è la mia quotidianità ed il mio modo di vivere la vita. Ho collaborato professionalmente con diverse persone, progetti, idee hanno preso forma, consigli … l’essere diventata mamma, leggere ed inventare fiabe e, la mia passione per la tecnologia e innovazione mi ha fatto avvicinare al mondo dello storytelling. Fino a quando un giorno una cara amica, Mirna, nonché fondatrice del blog BusinessMum.it mi ha chiesto sorridendo se mi andava di scrivere. Un strada che ho scoperto per “creare valore” è il blog . Condividere le idee, confrontarsi, creare sinergie è un pochino come trasmettere al mondo quello che quotidianamente una mamma fa all’interno del nucleo familiare. Se devo immaginare quali valori trasmettere ai miei figli, accanto a quelli fondanti della nostra cultura, penso proprio alla propensione a creare valore. Collaborare, condividere, portare alla luce idee, creare rete, mettersi in discussione continuamente al fine di migliorare, sempre con fine costruttivo. Tutto questo mi è concesso, un po’ per il mio mood, gran parte dall’educazione che ho ricevuto, dal background professionale che con gli anni cerco di accrescere e non per ultimo, dal supporto della mia famiglia che mi permette di “essere”.

 

Laura Volpi, mamma di 2 bimbi in crescita, moglie e donna, non per ultimo lavoratrice “dipendente”. Appassionata di tecnologia, nuovi trend di mercato, dedica molto tempo a leggere e scrivere su queste tematiche, oltre che ovviamente, cucinare torte e fare lavoretti con i miei bambini.  Scrive per il blog businessmum.it.

@lauravolpi_it

2 commenti su “Da grande voglio essere come la mia mamma”

  • Gloria Vanni

    Brava, Laura! Sei una grande donna, stai facendo dei bei passi e sono felice di esserti vicina. Adotto questo tuo post per #adotta1blogger, la comunità più smart (per me) su FB. Abbracci e baci!

    • leadingmyself (author)

      Grazie Gloria! contente ti sia piaciuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *