Arturo Mariani: “Siamo tutti diversamente uguali”

Arturo Mariani

Arturo Mariani, così giovane e una così incredibile storia da raccontare. “Nato così” è il titolo del suo libro, quale messaggio vuole trasmettere e a chi si rivolge?

Nato così, è un libro/diario dove racconto i miei 22 anni vissuti su una gamba sola, e tutte le esperienze che questa condizione mi ha regalato, difficoltà e gioie che mi hanno accompagnato fino ad oggi e all’insegnamento che ne ho ricevuto. Ho pensato che condividerlo poteva essere bello, di riflessione e incoraggiamento per chiunque pensa che le difficoltà che possiamo incontrare nella vita possono essere un “limite a viverla”, per far arrivare un messaggio di speranza e di amore per la vita in tutte le sue dimensioni!  

 nato cosi

Oggi assistiamo spesso a situazioni di isolamento non solo per questioni fisiche; mi riferisco al bullismo, all’ omofobia ma cos’è la diversità oggi? E soprattutto chi è diverso da chi?

Il mio motto è: “siamo tutti diversamente uguali”, nel senso che siamo diversi nell’aspetto ma uguali nella dignità! Non si può generalizzare ma applicare questo principio in quelle situazioni di isolamento, di discriminazione o altro, aiuterebbe a considerare e rispettare prima di tutto la persona e non a dividere in categorie.  

 

Quanto conta la famiglia quando il mondo sceglie di metterti in un angolo?

Per quanto mi riguarda è stata fondamentale (ovviamente al giorno d’oggi non si può dare per scontato). La mia famiglia mi ha accolto nella mia “diversità” ancora prima che nascessi, facendomi sentire amato ogni giorno, accompagnandomi nella mia crescita soprattutto trasmettendomi quei valori che danno senso alla vita…e alla luce della mia esperienza potrei dire che nascere senza una gamba… è stato (assurdo per il mondo!) un valore aggiunto! Rispetto, accoglienza, amore per la vita e speranza non sono così lontane da raggiungere…se vogliamo!

 

Un augurio ed un consiglio per il futuro ad Arturo.

Spesso dico che ognuno di noi ha la responsabilità di contribuire come può a rendere il mondo migliore per tutti. Mi auguro di poter raccontare ai miei figli che nella mia vita ho lavorato anche per questo e quindi consiglio ad Arturo di non mollare mai nel perseguire i suoi sogni e di andare avanti sempre con coraggio e determinazione anche quando il cammino si fa difficile.

 

Un augurio ed un consiglio al nuovo LeadingMyself.

Auguro a LeadingMyaself di poter raccogliere e raccontare sempre storie di vita che possano donare pillole di speranza, e raggiungere il cuore di chi si mette in ascolto. Per dare consigli bisogna essere molto saggi …io ho ancora molta strada da fare ….buon lavoro a voi!!

 

Arturo Mariani è un giovane romano di 21 anni cresciuto in uno dei quartieri popolari della capitale. Un ragazzo come tanti, la cui vita è contraddistinta da tutti quei riti che fanno parte integrante di quell’età: la scuola, il gruppo, gli amici, le ragazze, il calcio, i videogiochi, le prime esperienze, con le speranze, le aspirazioni di tutta una generazione. Un ragazzo dai saldi principi morali, grazie ad una famiglia ricca di valori umani e cristiani, un ragazzo che sogna di divenire un grande calciatore. Solo che è “nato così”, privo della gamba destra. Ma questo non gli impedirà, grazie ad una volontà di ferro, ad una forza di carattere senza precedenti, ad una applicazione ed uno spirito di sacrificio davvero rimarchevoli, di affinare le sue doti tecniche e coronare il suo sogno: diventare un calciatore della Nazionale Italiana Amputati. Leggendo questo suo diario il lettore si immerge in un “altro” mondo, viene a conoscere da vicino i drammi, i sentimenti, i momenti davvero particolari di tante persone, nate diverse, che hanno fatto del loro stato, delle loro sofferenze, la molla per superare un handicap fisico divenendo normali agli occhi del mondo, ma, soprattutto, agli occhi di se stessi. Un libro sorprendente, estremamente coraggioso, che avvince e commuove, una vicenda ai limiti dell’incredibile, un inno alla vita. Un diario che dimostra – se mai ce ne fosse stato bisogno – che nulla al mondo è impossibile, e che tutte le barriere, le avversità, gli ostacoli che compaiono nel cammino della nostra esistenza, possono essere abbattuti. Basta volere.

Fb:                     Arturo Mariani 
Twitter:           arturomariani1
Instagram:     Arturo Mariani