Valentina Cubi, il coraggio di un sogno radicato nella terra

L’azienda che porta il mio nome è nata dal sogno di mio marito Giancarlo Vason, enologo proveniente da una famiglia di vignaioli della Valpolicella di tradizione bicentenaria, ma che aveva abbandonato tutto dopo la Seconda Guerra Mondiale. 

Nel 1969 abbiamo deciso di rilevare a Casterna di Fumane, nel centro di un borgo antico nel cuore della Valpolicella Classica, una cantina con 10 ettari di vigneto. Da quel momento è iniziato un costante processo di sistemazione e ammodernamento. Tuttavia per anni il vino prodotto veniva ceduto sfuso ad altri produttori.

Al tempo ero insegnante elementare, lavoro bellissimo che ho sempre svolto con passione. Quando, però, sono andata in pensione, Giancarlo mi ha coinvolta più direttamente nella gestione dell’azienda vitivinicola. Ho sentito che era giunto il momento di dare anima a quella terra che per noi rappresentava tutto: la nostra storia, la nostra famiglia, il nostro territorio, i sacrifici di tanti anni. E’ stato così che ho accolto con entusiasmo, impegno e creatività il progetto e l’ho fatto mio, scegliendo di produrre vini di qualità, non solo rispettosi del territorio, ma che lo riflettessero in tutta la sua bellezza. Avremmo prodotto i nostri vini, con il nostro marchio, realizzando con pienezza quel legame che ci univa alla tenuta e alla meravigliosa valle che la contiene.

Consapevoli dell’ottima posizione dei nostri vigneti, situati nel cuore di Cru importanti, nel 2000 iniziammo quindi la ristrutturazione della cantina, terminata nel 2003, anno di nascita dei primi vini imbottigliati con il nostro marchio. Vini che fin da allora, pur prodotti con tecniche innovative e addirittura sperimentali, hanno nomi provenienti dal passato, che si richiamano alle antiche tradizioni della Valpolicella e della campagna veronese.

Ma non ero ancora soddisfatta. Per me l’attenzione al territorio non era ancora giunta alla sua massima espressione. Nel 2007, quindi, con una prima sperimentazione su un piccolo appezzamento, abbiamo iniziato a produrre con metodo biologico. Ho visto questo passaggio come una vocazione, proprio per il profondo legame che sento con la terra e con ciò che essa rappresenta, e l’ho perseguita con sacrificio, perché l’approccio biologico è impegnativo e oneroso, sotto tutti i punti di vista. Determinati nonostante le difficoltà, in pochi anni abbiamo realizzato questo sistema su tutta la superficie della tenuta. L’ottenimento della certificazione nel 2014 è stato un momento di vera gioia e realizzazione!

Non ci siamo mai risparmiati e ora la nostra azienda conta 13 ettari. Produciamo anche olio e abbiamo ampliato l’attività con quella di agriturismo, che rientra nella filosofia di dare valore al territorio e alle sue tradizioni. Le camere e gli spazi sono stati ristrutturati usando i materiali tipici della nostra zona (Marmo Rosso di Verona, Pietra della Lessinia, legno, vecchie ceramiche) e invitano gli ospiti a godere dei ritmi della natura e della vita all’aria aperta, quello che per noi è il miglior modo di rapportarsi con il mondo.

A me piace la semplicità. Nella produzione del vino cerco l’eleganza, la freschezza. Mi piace pensare che il nostro vino porti a chi lo degusta la brezza che dal Lago di Garda arriva alle nostre colline e tra i nostri filari. Dedicandomi alla mia azienda ho rinunciato al riposo e alla tranquillità che forse la pensione mi avrebbe concesso, ma ho trovato un modo bellissimo di essere me stessa e di portare avanti le tradizioni che ho sempre sentito mie, comunicandole ai nostri clienti e ai nostri ospiti.

 

Valentina Cubi
è titolare dell’omonima azienda vitivinicola, sita a Fumane, nel cuore della Valpolicella veronese. Recentemente affiancata da un bellissimo e rinomato agriturismo, l’attività vanta la produzione di vini pregiati e totalmente biologici, distillati e olio.

Logo Valentina Cubi_vettoriale2

sito: www.valentinacubi.it
Facebook: valentinacubi2015