Lo sapevi che… Festa della Musica

festa della musica

Oggi, 21 giugno, è la Giornata Europea della Musica, nota anche come Festa della Musica.

Si tratta di una festa che nasce in Francia, nel 1982, con l’intento di ricollegarsi ai festeggiamenti per il solstizio d’estate. Ecco perchè si è scelto il 21 giugno.

Dalla Francia l’iniziativa, che ha avuto successo di pubblico da subito, si è diffusa in tutta Europa. È arrivata in Italia nel 1994 e da allora, visto il diffondersi delle iniziative in tutta Europa, si è creato anche un coordinamento internazionale.

In Italia punto di riferimento per la Festa della Musica è il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Non si tratta, comunque, di un festival organizzato da un direttore artistico, ma di una festa spontanea che coinvolge tutti i musicisti, professionisti o dilettanti, in tutte le piazze. Tutti i generi sono rappresentati, dalla musica barocca in costume all’heavy metal.

Perché la Festa della Musica è inclusione e ci ricorda che l’unico vero linguaggio universale è proprio quello musicale!

È un meccanismo di dare e ricevere, che vede protagonisti sia gli artisti che il pubblico, in uno scambio reciproco, senza alcun altro scopo che quello esserne tutti soddisfatti. 

Quest’anno, per l’Italia, inoltre, ci sarà un testimonial di eccezione: il maestro Ezio Basso che dirigerà l’Orchestra Giovanile Italiana della Scuola di Musica di Fiesole, vicino Firenze. La sua presenza aggiunge significato alla Festa, ampliando il concetto di inclusione anche alla disabilità, oltre che ai vari stili musicali.

Inutile dire che noi di LeadingMyself ci ritroviamo molto nello spirito della Festa della Musica. Oltre ad essere un evento estremamente inclusivo, come abbiamo visto, racconta l’animo umano, in tutte le sue sfaccettature, dalle più dure alle più romantiche.

Questa settimana, con la nostra rubrica Twitter #iovalgo, stiamo celebrando anche noi a modo nostro la Festa della Musica. Coinvolgiamo la nostra community su un argomento che non lascia mai indifferenti e che difficilmente da adito a polemiche. Perché la musica è davvero un linguaggio universale!

E tu? Come pensi di festeggiare la musica?