“Fare impresa è una palestra di vita che fa crescere”

Mida nasce circa un anno fa da due designer e una giurista. Un team particolare vero? Io e Giuditta stavamo frequentando un corso di design al Politecnico di Milano, a partire da un’intuizione basata sulla valorizzazione degli scarti di produzione. Questo entusiasmo ha poi travolto qualche mese dopo anche Giulia, studentessa di giurisprudenza alla statale di Milano. Il primo amore di Mida è il legno, che con le sue romantiche venature e suoi colori caldi ha ispirato le prime due collezioni: anelli e papillon.

Mida è la storia di una rinascita. Proviene dall’intuizione che ciò che resta di una lavorazione di pregio può trovare nuova vita, basta che incontri qualcuno in grado di reinterpretarne l’essenza. Al legno pregiato si è poi legata una filiera virtuosa (e tutta italiana) che ci ha portato a individuare per i nostri papillon le stoffe più pregiate delle camicerie storiche di Milano.

La passione per la qualità, il design e la ricerca fanno dei nostri pezzi unici qualcosa di prezioso.

Il claim “more than gold” è la definizione di questi accessori unici che nascono dall’unione di un design sostenibile e materia prima di qualità. Ciò che Mida tocca diventa un piccolo capolavoro da indossare, dalla storia preziosa, più dell’oro.

Il traguardo più recente è l’ingresso nei primi negozi a Milano: primo tra tutti Docksmart, un multibrand giovane e d’avanguardia a Rogoredo. Ma ancora più decisiva è stata la selezione a un bando del Politecnico di Milano per giovani imprese, da cui arriveranno 10.000 euro di servizi e tantissime opportunità. Ci aspetta un grande lavoro!

I tre i requisiti imprescindibili che ci sentiamo di consigliare: voglia di imparare, una visione lungimirante, e anche la disponibilità a fare fatica!  Fare impresa non è solo questione di soldi: è una palestra di vita che fa crescere.

 

Schermata-2015-01-29-a-22.13.13http://www.midamorethangold.com/

Giulia Forelcellini 24 anni nata (e vive) a Milano, si sta laureando in giurisprudenza , fidanzata

Simona Gorini 23 anni, anche lei di Milano ha studiato design al politecnico conseguendo la laurea triennale e ha recentemente ultimato un master in interior design, fidanzata

Giuditta Sartori 23 anni, nata a Fidenza studia a Milano, a breve partirà per Shangai dove concluderà il suo percorso accademico conseguendo la laurea di design del prodotto presso il politecnico, anche lei fidanzata.